Cookies nel sito di Assolombarda

Il sito fa uso di cookies finalizzati a consentire una migliore esperienza di navigazione per l’utilizzatore, leggi

50 progettiper rilanciare le imprese e il territorio.
Torna a '50 Progetti' Torna a obiettivi raggiunti

Semplificazione Legislativa e Burocrazia

  • ...
Obiettivo raggiunto il 31/03/2016
Semplificazione legislativa e burocratica

Obiettivo

Promuovere la semplificazione delle norme nazionali, regionali e locali per renderle più trasparenti per le imprese

Che cosa abbiamo fatto

Sappiamo come oggi le regole appaiano soffocanti e burocratiche e quanti esempi ci siano di “mala burocrazia”. Già al lancio del Piano Strategico avevamo sottolineato come la semplificazione fosse un tema prioritario da affrontare, perché costituisce uno dei principali lacci e lacciuoli che frenano le imprese, e che doveva essere affrontato con un approccio innovativo di medio periodo, in grado di dare una visione della burocrazia e delle sue implicazioni che nessuno aveva dato. Avevamo lanciato l’idea provocatoria di pubblicare una sorta di Black Book sui casi più eclatanti di impedimenti ancora vigenti. Ne abbiamo raccolti tanti e alcuni di questi, resi anonimi, li abbiamo fatti diventare il fumetto “Storie di Ordinaria Burocrazia”, che in chiave satirica racconta il viaggio di un giovane speranzoso che sogna di diventare imprenditore, ma per cercare di portare avanti la sua idea deve attraversare i gironi infernali della burocrazia italiana, lottando contro i diavoli burocratici e il loro capo LuciBuro. Il fumetto ha avuto un buon successo: nonostante sia disponibile anche in formato digitale, le 2 ristampe si sono esaurite in poco tempo. E’ servito per iniziare a fare notizia e ha aperto la strada a una rubrica dedicata alla burocrazia, di sei puntate per la durata di un anno, che l’Università Bocconi ci ha affidato sulla sua rivista Economia & Management.

Ma per risolvere i problemi non basta solo attirare l’attenzione. In questi anni siamo stati presenti in oltre 50 tavoli di semplificazione in cui ci siamo trovati a combattere contro la velocità con cui la burocrazia si autoalimenta. Una battaglia molto difficile da vincere, anche perché ci siamo accorti che nemmeno la Pubblica Amministrazione ha conoscenza e coscienza di quanto le norme pesino sulle imprese e di quali effetti possano avere. Ancora una volta abbiamo applicato un approccio estremamente concreto: come possiamo definire quali azioni intraprendere se non conosciamo quanto pesa la burocrazia sulle imprese? Per questo abbiamo costituito un Osservatorio sulla Semplificazione attraverso il quale abbiamo stimato, e manterremo monitorato, quanto costano le procedure burocratiche più sentite dalle imprese. Questi dati sono raccolti e analizzati da una task force interna, permanente e multidisciplinare. La prima edizione, presentata nel 2016 e disponibile sul nostro sito, ha evidenziato che: il costo della burocrazia può variare dai 108mila euro annui di una piccola impresa chimica ai circa 710mila euro di un’azienda media meccanica; le piccole e le medie imprese spendono in adempimenti burocratici, rispettivamente, circa 45 e 190 giorni l’anno di un collaboratore dedicato; il valore di questo “tempo perso”, al quale vanno sommati i costi ombra dei mancati guadagni dovuti ai ritardi nelle autorizzazioni, arriva a pesare fino al 4% del fatturato delle piccole imprese, unica solida base dell’economia del nostro Paese. Queste elaborazioni, che abbiamo inviato ai principali stakeholder del territorio, ci permettono di dare una priorità alle nostre azioni e monitorare annualmente l’andamento del grado di efficienza della pubblica amministrazione. Nella prossima edizione, che presenteremo nel primo semestre 2017, ci concentreremo sull’analisi delle procedure seguenti: autorizzazioni ambientali, edilizie e urbanistiche, comunicazioni fiscali e adempimenti riguardanti il lavoro e la previdenza oltre che la salute e la sicurezza.

In termini di semplificazioni i migliori risultati li abbiamo ottenuti quando abbiamo potuto intervenire direttamente. Si veda il caso della collaborazione attivata con gli Angeli Anti Burocrazia, iniziativa nata in collaborazione con Regione Lombardia e Camera di Commercio di Milano  che abbiamo sostenuto fin dal suo inizio “adottando” l’Angelo della Chimica: lavorando insieme a lui per alleggerire le problematiche delle imprese di quel settore, abbiamo ottenuto un primo risultato nell’ambito della procedura di Autorizzazione Unica Ambientale, con un abbattimento dei tempi di presa in carico delle domande da 45 giorni nel 2014 e 6 nel 2015.

Alla luce di questi risultati abbiamo deciso di trasformare il progetto in un’attività istituzionale continuativa di Assolombarda, perché solo con un’azione e un presidio costanti si può continuare a ottenere risultati e a difendere quelli raggiunti. In questo processo, il nostro nuovo Osservatorio rappresenterà un importante termometro per misurare costantemente la “temperatura burocratica” delle imprese, verificando il reale impatto delle azioni di semplificazione e aiutandoci a indirizzare le nostre azioni di lobbying verso le misure di volta in volta più gravose per le imprese.

Responsabile

Alvise Biffi, Vice Presidente in qualità di Presidente della Piccola Impresa (con il supporto di Stefano Venturi, Responsabile di Progetto Agenda digitale e Startup)

  • Piccola Impresa: sfiora il 4% il peso della burocrazia sui fatturati

    15/10/2015

  • Rassegna Stampa - SOB Storie di Ordinaria Burocrazia 15ott15

    15/10/2015

Storie di ordinaria Burocrazia - Servizio Rai3 TGR Lombardia

19/10/2015